HomeEdicolaInizio e fine di un dittatore. Storia in Rete 195, novembre-dicembre 2022

Inizio e fine di un dittatore. Storia in Rete 195, novembre-dicembre 2022

Benito Mussolini non cessa d’essere al centro delle attenzioni mediatiche. L’infinita lista dei libri sul Duce e sul Ventennio si è allungata con due lavori che provano a riscrivere gli esordi e la tragica fine di Mussolini. Con “Nero di Londra” (Chiare Lettere), Cereghino e Fasanella suggeriscono un’ipotesi intrigante: i servizi segreti britannici hanno avuto a libro paga il futuro Duce fin dal 1917. Ma fino a quando? E fino a che punto le sterline di Sua Maestà hanno influenzato le scelte politiche del capo dell’interventismo, prima, degli squadristi, poi, e infine del regime?

Non meno inquietante è “L’altra storia” (Book Sprint) un libro pubblicato dal regista Mario Altieri che rivela un documento sconvolgente: il memoriale scritto dal Capitano Neri, il partigiano assassinato dai suoi compagni per essersi opposto alla razzia dell’ “Oro di Dongo”. E soprattutto uno dei testimoni diretti della fine di Mussolini e Claretta Petacci. Un memoriale che potrebbe mettere la parola “fine” al dibattito fra “dongologi” e sostenitori della “versione ufficiale” sulle ultime ore del Duce. Smentendo definitivamente questi ultimi.

Ancora sul Ventennio, “Storia in Rete” riprende un botta-e-risposta che il “Corriere della Sera” non ha voluto proseguisse. Quello fra Aldo Cazzullo, autore di un controverso libro intitolato “Mussolini il capobanda” e il professor Giuseppe Bedeschi, docente di filosofia e storia della filosofia a Cagliari, Napoli e Roma. Una polemica in cui Bedeschi impartisce una “piccola lezione” di complessità della storia contro gli appiattimenti del politicamente corretto.

Dal XX secolo all’alto Medioevo: la nascita di Venezia fra invasioni barbariche, amore-odio con Bisanzio e cambiamenti climatici (spoiler: il clima cambiava anche nel V-VI secolo e i ghiacciai si scioglievano anche allora…). E ancora, l’epistolario di Machiavelli, ora pubblicato in una nuova, massiccia edizione.

Poi, una nuova ipotesi basata su documenti inediti che suggerisce sorprendenti nuovi scenari sul Caso Moro: c’è anche una “pista siriana” da seguire?

E infine, santi e arcangeli guerrieri: quando i pilastri della Chiesa portano spada e armatura. E qualche volta non porgono l’altra guancia…

- Advertisement -

Tutto questo e molto altro su “Storia in Rete” di novembre-dicembre

- Advertisment -

Articoli popolari